biografia

EVARISTO SEGHETTA ANDREOLI

Evaristo Seghetta Andreoli è nato nel 1953 a Montegabbione (TR) dove attualmente vive. Funzionario di un  istituto di credito ha lavorato in diverse città dove ha frequentato circoli letterari, autori e artisti di rilievo. 

Egli ha pubblicato: 

I semi del poeta (prefazione di Patrizia Fazzi, Firenze, Polistampa Editore, 2013);   

Inquietudine da imperfezione (presentazione di Franco Manescalchi e prefazione di Giuseppe Panella, Passigli Editori, Bagno a Ripoli, 2015) –  Premio Firenze Mario Conti  Fiorino D’Oro ( 2015); Premio Giovanni Pascoli – Barga (2016); Premio La Locanda Del Doge- Rovigo (2016); Premio Tagete – Arezzo  (2016); Premio Internazionale “ Mario Luzi” (2017) – Roma;   

Morfologia del dolore ( presentazione di Carlo Fini, Interlinea Editore, Novara, 2015) Premio “La Pergola Arte Firenze – Lilly Brogi” (2018); Premio Equi-Libri Cava De’Tirreni (2019).

 Paradigma di  esse (presentazione di Franco Manescalchi e prefazione di Carlo Fini, Passigli Editori, Bagno a Ripoli, 2017)- Premio Certamen Apollinare Poeticum Pontificia Università Salesiana di Roma (2018); Premio Astrolabio Pisa (2018); Premio Città di Sassari (2018). Finalista al Premio Camaiore e al Premio Gozzano. 

Egli fa parte dell’Associazione Culturale Pianeta Poesia di Firenze e dell’Associazione Tagete di Arezzo. Sue poesie e recensioni sulle sue opere sono apparse su riviste letterarie tra cui : La lettura del Corriere della Sera, La Gazzetta di Parma, La Nazione, Il Resto del Carlino, Erba d’Arno, Retroguardia, Feeria ,Il Ventaglio, Atelier, Testimonianze, L’area di Broca.

Hanno scritto di lui, tra gli altri, Giuseppe Panella, Franco Manescalchi, Carlo Fini, Carmelo Mezzasalma , Camillo Bacchini, Michele Brancale, Valeria Serofilli, Franco Manzoni, Giuseppe Manitta, Eleonora Rimolo, Luigi Oldani, Alessandro Fo.